Ordinanza Raccolta differenziata

Pubblicata in data odierna l’Ordinanza Sindacale n. 11 del 16.06.2018 relativa alla Raccolta differenziata dei rifiuti.

IL SINDACO
Premesso

Che in tutto il territorio del Comune di Vico nel Lazio da oltre dieci anni viene eseguita la raccolta differenziata dei rifiuti, porta a porta;

Che per ciò che concerne il conferimento dei rifiuti da parte dei soggetti non residenti era stata predisposta un’area in Piazzale S. Giorgio ove, i non residenti, nel momento della partenza, potevano conferire il sacchetto con il rifiuto del giorno;

Che da qualche tempo si è notato che in quest’area vengono conferiti molteplici sacchetti, contenenti rifiuti non differenziati e per la molteplicità dei sacchetti è dato ritenere che anche i cittadini residenti, pur avendo l’obbligo di differenziare i rifiuti ed esporli come da calendario in apposito secchio davanti il proprio civico, gettano impropriamente i rifiuti in quest’area;

Ritenuto che questo comportamento scorretto, da parte di alcuni cittadini, non è giusto verso l’Amministrazione che ha predisposto il Regolamento per la raccolta differenziata al fine di raggiungere gli obiettivi imposti dalla legge ed altresì verso i concittadini diligenti che eseguono perfettamente la raccolta;

Ritenuto altresì necessario provvedere alla risoluzione del problema, con lo smantellamento di tale area, anche in considerazione dell’avvicinarsi dell’estate e dell’emergenza che potrebbe sorgere qualora i rifiuti non differenziati rimanessero depositati fuori dai cassonetti, in quanto trppo numerosi; ;

Visto il D. Lgs 3 aprile 2006 n. 152;

Visto l’art. 7 bis del D. Lgs. 18/08/2000 n. 267, che prevede l’applicazione della sanzione pecuniaria amministrativa da € 25.00 ad € 500,00, per la violazione delle ordinanze adottate dal Sindaco;

Visti gli artt. 50 e 54 del D. LGS 18/08/2000 n. 267, che prevedono l’adozione di ordinanze contingibili ed urgenti adottate dal Sindaco in caso di emergenza sanitaria o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale, nonché al fine di prevenire ed eliminare pericoli che minacciano l’incolumità pubblica dei cittadini;

ORDINA

1) Dalla data del presente atto, che tutti i cittadini residenti, titolari di utenze domestiche e detentori di utenze non domestiche, dovranno effettuare obbligatoriamente la raccolta differenziata dei rifiuti urbani e di quelli assimilati, separando i rifiuti giornalieri nelle seguenti frazioni merceologiche e mediante utilizzo obbligatorio del contenitore, munito di codice, concesso in comodato d’uso gratuito dalla Tac Ecologica Srl e dei sacchi. E’ permesso l’utilizzo dei sacchi precedentemente consegnati fino ad esaurimento degli stessi.

2) Tutti i cittadini dovranno collocare i rifiuti dopo le ore 20.00 ed entro le ore 05.00 del mattino successivo (nel periodo dal 01 ottobre al 30 aprile) e dopo le 22.00 ed entro le ore 05.00 del mattino successivo (nel periodo dal 01 maggio al 30 settembre), nei nuovi contenitori, muniti di codice, con il rifiuto nel giorno della settimana programmato per la raccolta dello stesso, in corrispondenza del civico, secondo il seguente calendario, già consegnato

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato
Umido
(busta bianca compostabile) Indifferenziato
(sacco trasparente) Carta / vetro
a settimane alterne
(secchio) Umido
(busta bianca compostabile) Plastica
(sacco giallo) Umido
(busta bianca compostabile)

Per gli utenti che devono conferire i pannoloni (indifferenziato) oltre al martedì la raccolta verrà effettuata il sabato, previo accordo con l’operatore;

3) I contenitori, una volta svuotati dei materiali e appena possibile, dovranno essere riposti all’interno delle aree private chiuse per assicurare il decoro urbano e per evitare che negli stessi vengano depositati rifiuti da parte di terzi;

4) I contenitori dovranno essere custoditi in buono stato, provvedendo alla loro pulizia e al lavaggio;

5) Per chiunque abbia ricevuto in comodato d’uso i contenitori della raccolta differenziata e, per qualsiasi ragione, rimanga privo degli stessi per incuria o per l’utilizzo di questi in altri scopi, alla consegna del nuovo kit verrà addebitato il costo corrispondente;

6) I Comitati organizzatori delle feste di paese hanno l’obbligo di differenziare i rifiuti e di depositarli, previo accordo con l’operatore, in modo tale che vengano lasciati sulla pubblica via il minor tempo possibile.

7) I non residenti nel periodo di permanenza nel nostro territorio dovranno scrupolosamente attenersi alla raccolta differenziata come da calendario. Solo nel giorno della partenza potranno contattare il Comune per concordare la modalità di raccolta ai seguenti recapiti (Comune di Vico nel Lazio 0775/41151 – Sindaco 338/2419322)

E’ FATTO DIVIETO DI:
A) Abbandonare e depositare in modo incontrollato rifiuti sul suolo e nel suolo nonché immettere rifiuti di qualsiasi genere nelle acque superficiali e sotterranee;
B) Gettare, versare e depositare in modo incontrollato sulle aree pubbliche e private di tutto il territorio comunale qualsiasi rifiuto, immondizia, residuo solido, semisolido e liquido e in genere materiale di rifiuto e scarto di qualsiasi tipo, natura e dimensione, anche se racchiuso in sacchetti o contenuto in recipienti: il medesimo divieto vige per le superfici acquee, corsi d’acqua, fossati, argini, sponde, nonché i cigli delle strade ricadenti nel territorio comunale;
C) Esporre bidoncini contenenti rifiuti o componenti degli stessi sulla via pubblica in giorni e in orari diversi da quelli stabiliti dal servizio di raccolta domiciliare differenziata dei rifiuti, con il sistema porta a porta.
D) Inserire nei contenitori, rifiuti diversi da quelli per i quali i sacchi/contenitori, sono destinati (vedasi calendario consegnato);
E) Smaltire tramite combustione all’aperto rifiuti di qualsiasi genere. Tale divieto non si applica per i rifiuti vegetali, a condizione che vengano combusti in aree agricole nel rispetto delle leggi e delle disposizioni in materia vigenti, salvo diverse ordinanze emesse ed adottando comunque le cautele per limitare al massimo le emissioni.

E’ FATTO OBBLIGO DI RISPETTARE LE SEGUENTI NORME COMPORTAMENTALI:
A) Gli unici sacchetti permessi per il conferimento dell’umido sono quelli in materiale compostabile;
B) Il conferimento del vetro deve avvenire senza nessun tipo di busta all’interno del bidoncino;
C) Il conferimento della carta deve avvenire o senza alcuna busta all’interno del bidoncino o in buste di carta.
D) I cartoni devono essere depositati aperti e legati in ballette.
E) I contenitori di plastica devono essere, qualora possibile, schiacciati al fine di ridurne il volume.
F) I rifiuti INGOMBRANTI O RAEE devono essere espositi davanti al civico il giorno e l’ora dell’appuntamento preso con il numero verde preventivamente chiamato.

Il Comune attiva la vigilanza per il rispetto delle presenti norme applicando le sanzioni amministrative previste dal presente atto e dalle leggi vigenti, fatta salva la segnalazione all’Autorità Giudiziaria ove le violazioni possano costituire ipotesi di reato.

AVVERTE

Che il mancato rispetto della presente Ordinanza Sindacale, comporterà nei confronti dei trasgressori delle sanzioni, tenuto conto degli articoli 114 e 117 della Costituzione, dell’art. 7 – bis del D. Lgs. 267/2000 e con le modalità di cui alla legge 689/1981, come di seguito descritte.

A) da € 25,00 a € 500,00 per ogni tipologia di rifiuti urbani e speciali assimilati riciclabili conferita con modalità difformi da quelle previste nel presente atto;
B) dal € 25,00 a € 500,00 l’abbandono o deposito da parte di chiunque di rifiuti sul suolo o l’immissione in acque superficiali o sotterranee;

DISPONE

Che la presente ordinanza venga resa pubblica con l’affissione all’Albo Pretorio del Comune di Vico nel Lazio e della stessa sia data ampia pubblicità alla cittadinanza mediante pubblicazione sul sito internet del Comune e affissione di manifesti.
Che la stessa sia trasmessa:
– Al Comando Polizia Municipale, in quanto organo incaricato per la verifica dell’ottemperanza del presente provvedimento;
– Alla TAC Ecologica Srl incaricata della raccolta R.S.U. sul territorio comunale;
– Al Servizio Tecnico Comunale,
Avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso al TAR del Lazio entro 60 giorni dalla sua notifica ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni dalla data della stessa.

IL SINDACO

Share
This entry was posted in Atti, Notizie and tagged . Bookmark the permalink.